Venosa

La città, sviluppatasi fin dall’antichità su un pianoro ai piedi del Monte Vulture, è considerata tra i borghi più belli d’Italia, con il suo caratteristico centro storico il cui assetto medievale è riconoscibile nei quartieri realizzati in pietra locale. Importante municipio di età romana, lungo il percorso della Via Appia, diede i natali ad uno dei più grandi poeti della latinità, Quinto Orazio Flacco, ricordato nella cosiddetta “Casa di Orazio”, una struttura del I secolo d.C., parte di un più vasto complesso termale. Di particolare interesse il Parco Archeologico, che ospita strutture di varie epoche (domus, impianti termali e anfiteatro di età romana) tra cui l’Abbazia della S.S. Trinità, costituita dalla chiesa più antica, la Basilica Paleocristiana, e dalla chiesa Incompiuta (o Chiesa Nuova), la cui costruzione non fu mai portata a termine.

Itinerario

Chiesa della Santissima Trinità, Parco archeologico, Centro storico di Venosa (fontane monumentali, Cattedrale di S. Andrea), Castello di Pirro Del Balzo e Museo Archeologico Nazionale di Venosa

Durata: mezza giornata

Suggerimento: possibilità di abbinare la visita alla città di Melfi per un itinerario della durata dell’intera giornata