La Bellezza salverà il mondo

L’Anno che se ne Va

Come tradizione vuole, anche la big family The Monuments People, come ogni anno, il 31 dicembre “tira un pò le somme”.

Difficile far quadrare i conti in un anno come il 2020. Davvero difficile!
Così difficile che pur volendo citare per il terzo anno consecutivo Lucio Dalla con il suo capolavoro “ L’Anno che verrà” abbiamo preferito essere scaramantici e salutare degnamente questo “Anno che se ne va”.

La nostra Giuliana continua a definire il 2020 “anno strano”.
Prendiamo in prestito l’aggettivo “strano” dalla gentile Giuliana e facciamolo nostro.
È stato un anno strano perché nessuno degli schemi a cui siamo abituati è stato rispettato.

La routine, se così vogliamo chiamarla, si è interrotta.

C’è stata tanta Paura. Ognuno di noi ha visto crollare qualcosa.
Tutte le certezze che avevamo da febbraio in poi hanno iniziato a vacillare e la terra sotto i nostri piedi franava sempre di più.

Marzo lo ricordiamo bene tutti, l’annuncio del lockdown e …“un, due, tre … Stella!”
Solo che non era un gioco.
Le nostre vite si sono fermate, cristallizzate, congelate, immobilizzate.
Ognuno di noi ha dovuto aspettare per un tempo che sembrava infinito che l’emergenza passasse. Abbiamo atteso nelle nostre quattro mura, ognuno di noi lontano da qualcuno o qualcosa.

Dopo la Paura c’è stato il Distacco. Sentirsi lontani. Fisicamente lontani. Questa è stata la sensazione più triste. I genitori lontani, i fratelli lontani, gli amici lontani, gli amori lontani.
Abbiamo vissuto un tempo sospeso che ha iniziato a scorrere con una lentezza che nessuno immaginava di poter sopportare.
Il tempo che “vola” non esisteva più. Tutto andava piano. Tutto era lento e in alcuni momenti snervante.

Siamo abituati alla velocità eppure il 2020 ci ha guardato dritto in faccia e ci ha detto “Stop!”.

Ci siamo sentiti Impotenti.
Il mito del “Faccio quel che Voglio” è decisamente passato di moda.

Tra di noi abbiamo creato connessioni più forti. La Paura, il Distacco, il Tempo che scorreva ad una nuova velocità … tutto questo ha scatenato dentro di noi un senso più ampio di appartenenza ad una comunità che è l’intera Umanità.

Eravamo isole e ci siamo riscoperti Pangea.

Il motto è stato … “Andrà Tutto Bene!”.
Ci abbiamo voluto credere.
Era l’unico modo per sentirsi comunità e vincere la Paura.
Noi ci abbiamo creduto davvero anche se il nostro settore economico (Beni Culturali e Turismo Culturale) è stato tra i più danneggiati.

Il presente è ancora molto incerto, ma l’unica strada percorribile è quella segnata dalla Speranza. Cosa potremmo fare altrimenti?
Nei momenti in cui tutto era fermo il team di The Monuments People ha avuto la forza di voler proporre e portare avanti progetti culturali che hanno dato nuova linfa vitale al tessuto associativo e soprattutto sono stati ampiamente apprezzati dal territorio in cui operiamo.
Maggio è stato il mese della rinascita, non sbocciavano solo le rose ma prendevano forma anche le nostre idee.

Nei mesi in cui tutto era fermo abbiamo continuato a progettare il nostro futuro.

Grazie a partenariati e accordi con le maggiori istituzioni pubbliche del territorio (Soprintendenza Archeologia, belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Taranto e Lecce – Regione Puglia – Comune di Lecce – Comune di Nardò – Università del Salento – Teatro Pubblico Pugliese – Polo Biblio Museale di Lecce) la nostra associazione, in collaborazione con tante altre realtà salentine, ha portato avanti progetti di Valorizzazione e Fruizione di Beni Culturali:

  • Mostra scientifica e documentaria “Racconti di Memoria. Storie di Accoglienza da una Terra di Frontiera” allestita presso il Convitto Palmieri di Lecce
  • Teatro Romano Experience – Lecce
  • Attraverso il Castello (progetto di valorizzazione e fruizione del Castello Carlo V di Lecce)
  • Maggio Salentino 2020 (visite guidate e esperienze culturali nelle province di Lecce – Brindisi e Taranto)
  • Visite guidate alle Mura Urbiche della città di Lecce
  • Gestione e programmazione di fruizione e valorizzazione del Museo del Mare Antico di Nardò (LE)
  • Ballate dal Mediterraneo (visite guidate e video documentari che raccontano il fondamentale legame che coniuga la storia delle città salentine al Mar Mediterraneo)
  • Progetti scolastici incentrati sul racconto archeologico e storico del Salento.

Leggendo l’elenco delle attività svolte ci rendiamo conto che forse questo “Anno che se ne va” non è stato poi tanto male. Sicuramente il 2020 ci ha posto dinanzi a diverse sfide che abbiamo voluto accogliere in maniera positiva, come sempre il nostro approccio è stato costruttivo e soprattutto abbiamo voluto rimboccarci le maniche.

The Monuments People continua ad essere la “casa comune” di chi ha voglia di condividere esperienza e passione.  Ci sono ideali che ci accomunano come il concetto di Rete che, proprio in un momento così difficile come quello che continuiamo a vivere, continua ad essere la chiave vincente di ogni nostra azione e progettazione.

Il 2020 è un anno che tutti ricorderemo.

Noi sicuramente lo continueremo a considerare un anno “pazzo”, ma tutto sommato a noi la Pazzia non ci dispiace.

Sull’Anno che verrà preferiamo non dire nulla … forse perché il 2020 ci ha insegnato che improvvisare a volte non è così male. Preferiamo pensare che ad un certo punto ci sveglieremo da questo lungo Tempo Pazzo e come Alice porteremo con noi quello che di buono avremo imparato.

Ed ora i ringraziamenti, difficile compito perché si rischia di dimenticare sempre qualcuno.

Grazie di cuore a tutti voi Amici. Davvero. Siamo sicuri che chi leggerà queste parole e ci conosce sa bene quali sentimenti ci muovono e quanta passione c’è in ogni nostro gesto.

Potremmo fare un lungo elenco di tutti gli Amici di TMP, partendo ovviamente dai nostri soci sostenitori, ma crediamo che sia sufficiente la definizione latina di Amicus “colui che si ama” per includere tutti coloro che credono in noi e vorranno continuare a farlo.

Per concludere questa breve riflessione su ciò che è stato e su ciò che vorremmo continui ad essere abbiamo selezionato alcune foto che raccontano questi pazzi 365 giorni.

 

Un Grazie anche a questo Pazzo 2020 che se ne va lasciando spazio all’Anno Che Verrà.

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.