Sistema Museale Vaste e Poggiardo

I contesti archeologici e museali situati nell’area del comune di Poggiardo consentono di ripercorrere le fasi storiche del Salento che vanno dall’età del Bronzo fino al pieno Medioevo. L’itinerario parte da Vaste, antica città messapica e poi romana, le cui tracce archeologiche sono conservate all’interno del Parco dei Guerrieri e nelle sale del Museo Archeologico allestito presso il Palazzo Baronale. Il percorso museale oltre a presentare importanti materiali ripropone, tramite ricostruzioni e plastici, momenti della vita quotidiana delle antiche popolazioni del territorio. Le trasformazioni del sito con l’avvento e la diffusione del Cristianesimo sono testimoniate dai resti di una chiesa paleocristiana con annessa necropoli, e per l’età bizantina, sempre all’interno del Parco, dalla chiesa rupestre dei Santi Stefani, con cicli di affreschi che vanno dalla fine del X al XIV secolo. Da qui il percorso continua a Poggiardo dove, sotto il piano stradale, è possibile visitare la cripta di Santa Maria degli Angeli. Gli affreschi, a causa delle pessime condizioni di conservazione, furono asportati e collocati negli anni Settanta in un padiglione apposito, il Museo degli Affreschi Bizantini.

Itinerario

Un itinerario diacronico per immergersi nella storia più antica del Salento e per ripercorrere la storia di un sito che conserva tracce di una frequentazione dall’età del Bronzo al Medioevo.

Durata: mezza giornata o giornata intera


Suggerimento: Possibilità di abbinare la passeggiata delle mura messapiche e del Castello di Castro (n. 17) o la visita alla città di Otranto (n. 8) per un itinerario della durata dell’intera giornata.