Castro, sui passi di Enea

Recenti campagne archeologiche collocano sul promontorio dove oggi sorge Castro la Castrum Minervae citata da Virgilio nel III libro dell’Eneide, primo approdo di Enea in Italia. Il piccolo centro storico conserva memorie di età bizantina e normanna ed è circondato da imponenti mura di fortificazione, oggi percorribili grazie ad una suggestiva passeggiata panoramica che permette di osservare la sovrapposizione delle mura medievali e successivamente spagnole direttamente sulla cinta di fortificazione di IV sec. a.C.

Nel Castello Aragonese ha sede il Museo Archeologico “Mar di Castro” dove sono conservati i reperti archeologici provenienti dagli scavi effettuati nell’area, tra cui la famosa statuetta di bronzo raffigurante la dea Atena-Minerva.

Itinerario

Itinerario: Passeggiata delle Mura, Cattedrale, chiesetta bizantina, Museo Archeologico presso il Castello Aragonese (ingresso a pagamento).

Durata: 2 ore


Suggerimento: Possibilità di abbinare la visita del Sistema Museale di Vaste e Poggiardo (n. 36) o della Grotta Zinzulusa (ingresso a pagamento) per un itinerario della durata dell’intera giornata.